Adeguamento Sismico di Edifici in C.A. Progettati per soli Carichi Verticali Mediante Controventi Metallici

Federico_Massimo Mazzolani

Abstract


La costruzioni in cemento armato rappresentano la gran parte del patrimonio edilizio dell’area euro-mediterranea, in quanto esse ne caratterizzano il modo prevalente di costruire durante il ventesimo secolo. La spesso elevata vulnerabilità sismica di tali costruzioni è principalmente legata al fatto che, soprattutto nel caso di costruzioni realizzate da oltre vent’anni, generalmente si tratta di strutture progettate per resistere ai soli carichi gravitazionali. Da ciò discende che l’eventuale capacità di resistere ad azioni orizzontali, quali l’azione sismica, è essenzialmente legata all’effetto della sovraresistenza. Vista l’enorme diffusione delle costruzioni in cemento armato progettate per soli carichi verticali, negli ultimi anni si è andato sempre più diffondendo l’interesse per la concezione e lo sviluppo di sistemi di protezione sismica innovativi, in grado di migliorare il comportamento sismico di tali costruzioni e, al contempo, di mantenerne sostanzialmente inalterate le caratteristiche strutturali originarie. In questo lavoro si descrive l’uso di sistemi di controvento metallici per l’adeguamento sismico di edifici in c.a. progettati per soli carichi verticali e si illustrano i risultati degli studi sperimentali e numerici su tali sistemi condotti nell’ambito del progetto di ricerca italiano ILVA-IDEM e del progetto di ricerca europeo PROHITECH.

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.