Laboratori Eucentre. Prove di qualifica sismica su tavola vibrante di trasformatori di tensione

Davide Bolognini, Filippo Dacarro

Abstract


Le prove su trasformatori di tensione capacitivi per installazioni esterne sono di particolare interesse perché questi componenti elettrici devono mantenere uno stato di operatività ininterrotta anche quando sottoposti ad un evento sismico. Per questo motivo la loro installazione è vincolata al superamento di specifiche prove di qualifica normate dalle International Standard 62271 “High-voltage switchgear and controlgear - Part 207: Seismic qualification for gas-insulated switchgear assemblies for rated voltages above 52 kV”, redatte dall’International Electrotechnical Commision (IEC), organizzazione che si occupa della standardizzazione nel campo dei componenti elettrici ed elettrotecnici. Per la loro applicazione, le IEC-62271-207 sono integrate da ulteriori riferimenti, fra i quali le IEC 60068-2-47 focalizzate sulle modalità di montaggio, le IEC 60068-2-57 e 3-3:1991 su time history e metodi per test sismici. Lo scopo delle prove di qualifica è verificare l’attitudine di un componente elettrico a sopportare le sollecitazioni sismiche; ciò può essere dimostrato tramite test sperimentali oppure ricorrendo a una coombinazione di test e analisi. La prova si considera superata se il campione è ancora funzionante e non presenta alcun tipo di danneggiamento, tranne minime deformazioni nel caso di materiali duttili. È implicito, quindi, il motivo per cui la normativa non possa fare riferimento alla sola soluzione analitica.

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.