Spettri di progetto: una rivisitazione critica (terremoti e unicorni)

Gian Michele Calvi

Abstract


Sismologi ed ingegneri hanno lavorato per decenni al perfezionamento degli spettri di progetto, analizzando registrazioni di segnali e riflettendo su aspetti probabilistici. Questo intenso lavoro di ricerca ha prodotto numerosi sviluppi, per esempio suggerendo di adottare più di un periodo per definire una forma spettrale, o proponendo correzioni in funzione del periodo di ritorno del parametro che definisce la pericolosità sismica. Tuttavia, l’assunto di base di adottare tre criteri fondamentali – accelerazione costante a bassi periodi, spostamento costante per periodi lunghi, velocità costante nell’intervallo di periodi intermedi – non è mai stato veramente messo in discussione. In questo articolo le basi dell’ipotesi di velocità costante nell’intervallo di periodi intermedi sono messe in discussione e viene mostrato come possano essere opinabili e non abbiano un reale fondamento fisico. Viene mostrato come forme spettrali basate su differenti logiche siano potenzialmente coerenti con le evidenze sperimentali e come possano portare a notevoli differenze in termini di domanda in spostamento ed in accelerazione per periodi che caratterizzano gran parte delle strutture. In questo contesto, lo sviluppo storico degli spettri di progetto, lineari e non lineari, viene ripercorso criticamente, proponendo numerosi spunti di discussione.


Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


Akkar S. (2015) - Revised probabilistic hazard map of Turkey and its implications on seismic design. EU Workshop “Elaboration of Maps

for Climatic and Seismic Actions for Structural Design in the Balkan region”, Zagreb.

Chopra A.K. (2007) - Elastic response spectrum; A historical note. Earthquake Engineering and Structural Dynamics, 36:3-12.

Fajfar P., Fishinger M. (1988) - N2 – A method for nonlinear analysis of regular buildings. Proceedings of the 9th WCEE, Tokyo and Kyoto,

vol. V, 111-116.

Housner G.W (1941) - Calculating response of an oscillator to arbitrary ground motion. Bulleting of the Seismological Society of America,

:143-149.

Irvine, T. http://www.vibrationdata.com/elcentro.htm, Vibrationdata, Madison, AL.

Jacobsen L.S. (1960) - Damping in composite structures. Proceedings of the 2nd WCEE, Tokyo and Kyoto, vol. II, 1029-1044.

Newmark N.M, Hall W.J. (1982) - Earthquake Spectra and Design, Engineering Monographs, EERI, Oakland, CA.

Priestley M.J.N., Calvi G.M., Kowalsky M.J. (2007) - Displacement Based Seismic Design of Structures, IUSS Press, Pavia.

Priestley M.J.N. (2003) - Myths and fallacies in earthquake engineering, IUSS Press, Pavia.

Riddell, R. (2008) - Inelastic response spectrum; Early history. Earthquake Engineering and Structural Dynamics, 37:1175-1183.

Shibata A., Sozen M. (1976) - Substitute structure method for seismic design in reinforced concrete. ASCE Journal of Structural Engineering,

:1, 1-18.

Stewart J.P., Abrahansom N.A., Atkinson G.M., Baker J.W., Boore D.M., Bozorgnia Y., Campbell K.W., Comartin C.D., Idriss I.M., Lew M.,

Mehrain M., Mohele J.P., Naeim F., Sabol T.A. (2011) - Representation of bidirectional ground motions for design spectra in building

codes. Earthquake Spectra, 27:3, 927-937.

Tolis S.V., Faccioli F. (1999) - Displacement design spectra. Journal of Earthquake Engineering, 3:1, 107-125.


Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.